Assegno di mantenimento – Fondo di solidarietà a tutela del coniuge in stato di bisogno

L’ex non paga l’assegno di mantenimento? il Fondo Statale anticipa le somme non pagate previa apposita domanda al Tribunale

Capita spessissimo di sentire che nonostante le statuizioni e spesso la condanna del giudice, il coniuge obbligato non provveda concretamente a corrispondere quanto dovuto a titolo di mantenimento.

Non tutti sanno però che dal 1° gennaio 2016, per effetto della Legge di Stabilità, è stato istituito in via sperimentale un Fondo di solidarietà a tutela del coniuge in stato di bisogno, in altre parole, se l’ex coniuge non paga l’assegno di mantenimento, può richiedere al Tribunale competente di farsi anticipare anche tutta la somma dell’assegno medesimo direttamente dallo Stato.

Qualora infatti il Tribunale accolga la richiesta, la domanda verrà inviata al Ministero della giustizia che disporrà il pagamento in anticipo delle somme non corrisposte, garantendo così il sostegno economico del coniuge in difficoltà. Successivamente, sarà lo stesso Ministero a rivendicare quanto anticipato al coniuge bisognoso, con il cd. diritto di rivalsa, fermo restando, ovviamente, le ulteriori conseguenze penali e civili che, il mancato pagamento dell’assegno di mantenimento comporta per chi non ottempera ai propri obblighi.

Per l’anticipo assegno di mantenimento al coniuge 2018, sarà però necessario attendere il  rifinanziamento del fondo statale con la nuova Legge di Bilancio 2018.

AGGIORNAMENTO AL 20/07/2018

Il fondo non è più vigente in quanto ha avuto scadenza naturale in data 31/12/2017, e non è stato attivato per l’anno 2018.

Hai bisogno di una consulenza?

Contatta telefonicamente l’Avvocato Manuela Orgiu.
 340.3047437
O clicca qui per inviare un messaggio su Whatsapp
Possibilità di accedere al Gratuito Patrocinio per coloro che non possono sostenere le spese di un giudizio. Fissa un appuntamento in studio o richiedi una consulenza online

Chiama adesso!