Spesso e volentieri le coppie che ricorrono alla separazione sono convinte che ciò segni, finalmente, la fine degli accesi litigi. A dire il vero, purtroppo non sempre è così, anzi spesso la separazione è solo la goccia che fa traboccare il vaso e che acuisce e aggrava quei conflitti nati tra i coniugi in costanza di matrimonio.

Il professionista che opera in questa delicata materia sa bene, infatti, che le problematiche insorte tra i coniugi possono continuare in maniera più accesa anche dopo la separazione.

Ciò anche quando i coniugi sono riusciti, alla fine, a trovare un accordo per procedere con una separazione consensuale.

Figli minori

Ed è proprio nella fase della attuazione dei provvedimenti giudiziali che le controversie fra coniugi si fanno più accese. E’ in questo momento, infatti, che nascono i dissidi più comuni per il mancato versamento dell’assegno di mantenimento o per la gestione dei figli, ad esempio.

I figli? Necessariamente e loro malgrado coinvolti nei litigi dei genitori, molte volte vengono “usati” per il raggiungimento dei loro biasimevoli scopi. Primo fra tutti quello di fare “dispetti” all’altro.

Ed è in questa specifica e delicatissima fase che l’avvocato si trova a dover tutelare, in via prevalente, gli interessi dei figli minori inevitabilmente coinvolti.

Tuteliamoci in anticipo

Inutile sottolineare quanto sia importante, visti gli interessi in gioco, soprattutto al fine di evitare lunghi anni di dissapori tra le aule dei tribunali, curare preventivamente e nei minimi dettagli, con l’assistenza di professionisti esperti della materia, le condizioni della separazione stessa.

Attenzione, ciò non significa solo trovare un “accordo” da portare in Tribunale, ma trovare soluzioni e condizioni concretamente attuabili che tutelino le esigenze di ambedue i coniugi, ma soprattutto dei figli.

Questo perché molto spesso, non prestare la dovuta attenzione ad alcuni aspetti della quotidianità,  ad esempio le esigenze dei figli e i loro impegni quotidiani (scuola, sport, amicizie), oppure impegnarsi a versare un assegno di mantenimento troppo alto,  perché non si è tenuto conto dei debiti che gravano sullo stipendio o dell’effettivo costo della vita, sono solo alcune tra le ragioni che portano ad aggravare il conflitto già esistente o a generarlo.

Un accordo di separazione condiviso ma soprattutto dettagliato, può essere il primo validissimo aiuto per evitare l’insorgenza di conflitti post separazione o, comunque, per gestirli al meglio.

I Rimedi del codice di procedura civile

Il nostro ordinamento prevede una norma, in verità ad oggi poco utilizzata, che può rappresentare il giusto rimedio nelle ipotesi in cui insorgano delle controversie successivamente alla separazione.

L’art.709 ter del codice di procedura civile rubricato: Soluzione delle controversie e provvedimenti in caso di inadempienze o violazioni, prevede infatti che il Tribunale del luogo di residenza del minore, a seguito del ricorso presentato da uno dei coniugi, convochi le parti e adotti i provvedimenti opportuni.

In caso di gravi inadempienze o di atti che comunque arrechino pregiudizi al minore, ovvero ostacolino il corretto svolgimento delle modalità dell’affidamento, il giudice può modificare i provvedimenti in vigore o:

  • Ammonire il genitore inadempiente;
  • Disporre il risarcimento dei danni, a carico di uno dei genitori, nei confronti del minore;
  • Disporre il risarcimento dei danni, a carico di uno dei genitori, nei confronti dell’altro;
  • Condannare il genitore inadempiente al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria, da un minimo di 75 euro a un massimo di 5.000 euro a favore della Cassa delle ammende.

Un valido rimedio quindi che se avviato al momento giusto, può indubbiamente contribuire a risolvere, in maniera preventiva, contrasti che potrebbero sfociare in azioni giudiziarie più gravi, come denunce e querele.

Lo Studio legale Orgiu offre ai propri clienti consulenza e assistenza sia nella fase pre-separazione, aiutando i coniugi a trovare soluzioni e condizioni condivise, che nella fase patologica del rapporto coniugale per la risoluzione delle controversie tipiche della fine della relazione sentimentale.

Hai bisogno di una consulenza?

Contatta telefonicamente l’Avvocato Manuela Orgiu.
 340.3047437
Possibilità di accedere al Gratuito Patrocinio per coloro che non possono sostenere le spese di un giudizio. Fissa un appuntamento e richiedi un preventivo gratuito

Chiama adesso!